Gli incidenti tra le mura domestiche: la giusta prevenzione

Assistente socio sanitario o OSS
Assistente OSS: Cos’è, quale mansioni svolge e in quale caso è indispensabile
5 Dicembre 2018
fisioterapia a domicilio e fisioterapia in ospedale
Fisioterapia: a domicilio o in ospedale?
21 Gennaio 2019

Incidenti tra le mura di casa: come prevenirli per tutelare gli anziani

In Italia ogni anno si verificano milioni di incidenti domestici ma quelli più a rischio sono gli anziani. Dopo l’incidente infatti arriva la guarigione, la riabilitazione e il inserimento sociale. Tutti questi ostacoli non sono sempre facili e molto spesso causano insicurezza, declino funzionale e isolamento sociale. Allora come possiamo prevenire questi incidenti?


Ogni anno si verificano in Italia fra i tre e i quattro milioni di incidenti domestici, che come è noto colpiscono prevalentemente gli anziani, con conseguenze rilevanti in termini di disabilità, ricoveri e mortalità. Tra gli incidenti domestici, le cadute rappresentano la voce più importante, al punto che si calcola che un terzo degli ultra-sessantenni ne rimanga vittima, con costi umani, sociali e materiali straordinari. Più colpite, come ci si può immaginare, sono le persone sole.

Secondo i dati raccolti dal Sistema comunitario di sorveglianza degli incidenti domestici e del tempo libero (EHLASS), tra il 1998 e il 2000 in Europa quasi 20 milioni di persone (il 7% dei residenti) sono state vittime di incidenti domestici, con oltre 5 milioni di ricoverati e 56 mila morti. Secondo i dati ISTAT relativi al 1998, si stima che in Italia gli incidenti domestici abbiano interessato 3.480.000 persone.
Si calcola che l’incidenza delle cadute nelle case di cura e negli ospedali sia 2-3 volte superiore rispetto a quella delle cadute degli anziani che avvengono nell’abitazione, e con complicazioni maggiori. Va sottolineato come la caduta rappresenti quindi un evento temibile per l’anziano non solo per le conseguenze in termini di disabilità, ma anche per le ripercussioni psicologiche: la perdita di sicurezza e la paura di cadere possono accelerare infatti il declino funzionale e indurre depressione o isolamento sociale.


Va sottolineato come la caduta rappresenti quindi un evento temibile per l’anziano non solo per le conseguenze in termini di disabilità, ma anche per le ripercussioni psicologiche: la perdita di sicurezza e la paura di cadere possono accelerare infatti il declino funzionale e indurre depressione o isolamento sociale.

Una tematica molto importante soprattutto per i nostri cari anziani è quella delle cadute, che potrebbero essere ridotte con l’introduzione di complementi antiscivolo o supporti di appoggio nei luoghi più pericolosi. Di norma la causa principale è la caduta durante i lavori domestici, che avviene nel 76,9% per soggetti over 65 e che aumenta fino all’81% per le persone over 75.


Le possibili cause di infortunio sono molte, ma le più persistenti si possono racchiudere in alcuni esempi: ad esempio, la presenza di sporgenze, la scarsa illuminazione o pavimenti scivolosi nell’abitazione; lo sbagliato utilizzo delle apparecchiature; le condizioni di salute e l’età dei soggetti e altri fattori legati a stili di vita o abitudini come l’abuso di alcool, l’uso di detergenti tossici e l’utilizzo di farmaci che possono ridurre il livello di attenzione.
Tali aspetti rivestono solo una parte di una lunga lista di fattori di rischio che limitano la sicurezza in casa. Ecco perché, soprattutto in riferimento agli anziani, ancor più se affetti da anche solo lievi forme di demenza, è necessario fornire un corretto supporto domestico nella quotidianità.

Per fornire tutta l’assistenza necessaria per fare in modo che avvengano gli infortuni vengono organizzati programmi di prevenzione e miglioramento per la sicurezza domestica. Per questo il Ministero della Salute ha steso una guida utile a prevenire tali incidenti. Tale guida viene spiegata in questo PDF PREVENZIONE DELLE CADUTE DA INCIDENTE DOMESTICO NEGLI ANZIANI che consigliamo di leggere. Ma siamo veramente sicuri che i nostri genitori, nonni e parenti siano protetti da eventuali cadute quando non siamo presenti? Purtroppo mancata assistenza di una persona a loro disposizione per aiutarli nel salire le scale, camminare o generalmente muoversi in sicurezza porta ad aumentare le probabilità di incidente domestico.

I vantaggi di un’assistenza, come abbiamo visto come abbiamo visto nella nostra sezione ASSISTENZA, sono molti. La sicurezza in casa in primo luogo ma anche la cura dell’anziano, la compagnia, l’attenzione ai suoi bisogni fisici, medici e psicologici. Per questo motivo Sostegno Famiglia si affida a personale altamente specializzato per far fronte a più esigenze con badanti, personale infermieristico, psicologi, operatori socio sanitari e molti altri.

Se vuoi avere informazioni sui servizi di Sostegno Famiglia contattaci senza impegno al numero 0429 1703330 o scrivere una mail a info@sostegnofamiglia.com. Siamo presenti in tutta Italia con le nostre sedi. Saremo lieti di rispondere ad una tua domanda.



Vuoi conoscere quale sede più vicina a te
offre il servizio descritto?

Condividi l'articolo nei Social
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial